AddThis Social Bookmark Button
Visitatori ...
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi730
mod_vvisit_counterIeri3307
mod_vvisit_counterQuesti 7 gg.4037
mod_vvisit_counterScorsi 7 gg.25871
mod_vvisit_counterQuesto mese72167
mod_vvisit_counterScorso mese133009
mod_vvisit_counterDal 01/04/20103226096

Online : 7
Il tuo IP: 54.147.142.16
,
20-11-2018
TNG News ...
Giornate Promo
Prossima Giornata Promozionale "Monge" 26 Ottobre 2018
Che tempo fa?
Click per aprire http://www.ilmeteo.it
Traduci
English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Hebrew Slovak Ukrainian Albanian Turkish
Home Angolo dei Consigli Cose da fare Orto e giardino Giugno

PostHeaderIcon Giugno

.

I LAVORI DI GIUGNO IN GIARDINO

GIUGNO
è il mese del massimo rigoglio vegetativo delle piante coltivate nel giardino e nell'orto. Ma attenzione, è anche il periodo di massima diffusione degli insetti!


Rose.
La splendida fioritura delle rose, che è iniziata a maggio, ormai sta per concludersi, ma dei piccoli interventi permetteranno d'avere ancora delle rose in fiore. A tale scopo, è necessario eliminare tutti i fiori appassiti, tagliandoli a circa metà dello stelo, ed aiutare la pianta aggiungendo concimi solubili all'acqua d'irrigazione. Altro aspetto da ricordare, è che durante il periodo vegetativo è necessario controllare l'eventuale sviluppo di polloni, ossia di germogli che si sviluppano al di sotto al punto d'innesto. E' facile riconoscere i polloni, infatti, essi hanno un diverso aspetto di foglie e spine rispetto al resto della pianta e occorre eliminarli, perché rappresentano un notevole spreco d'energia da parte della pianta.

Annuali.
Ricordare di annaffiarle e concimarle periodicamente, in modo da assicurare fioriture costanti e piante rigogliose.

Acidofile (Azalee, Rododendri, Ortensie e Camelie): Le piante offrono la massima fioritura. Le azalee e i rododendri vanno potati leggermente ogni volta che si compiono lavori in giardino per mantenere integra l'estetica, eliminando eventuali rami che si sono sviluppati in modo non armonico. Le gardenie vanno poste in zone riparate dal sole diretto per proteggere i fiori dai danni provocati dai raggi solari. Alle ortensie si somministrano gli intensificatori del colore dei fiori. Bisogna continuare le annaffiature per sostenere le piante nelle afose giornate estive. Sono consigliabili concimazioni con formulati specifici a reazione fisiologicamente acida. Si devono anche eseguire trattamenti fungicidi per combattere la botrytis e i marciumi radicali, oltre ai trattamenti insetticidi contro l'afide bruno e i ragnetti.

Bulbi
Estirpare e riporre in magazzino i bulbi già fioriti quando le foglie saranno completamente ingiallite ed i bulbi si saranno fatti asciugare completamente in ombra.
Ultimare entro la prima quindicina di giugno le piantagioni a dimora delle bulbose a fioritura estivo-autunnale come gladioli, dalie e tuberose.
Suddividere le vecchie ceppaie degli iris e ripiantare separatamente i rizomi che se ne ricavano.

Alberi e arbusti (Conifere, Robinia, Aceri, Platani, Tigli, Acacie, ecc.) Stanno sviluppando la nuova vegetazione, richiedonoannaffiature regolari, concimazioni azotate e l'eliminazione dei rami più deboli e indesiderati (es. Polloni radicali). Bisogna fare attenzione a non danneggiare il tronco degli alberi con il rasaerba; se la pianta è inserita in un prato, si consiglia di posizionare sassi decorativi attorno al perimetro.

Siepi (Lauro, Agrifoglio, Tuya, Falsocipresso, C.Leylandii, ecc.) Le sempreverdi sono in pieno sviluppo e stanno creando il "muro verde" di recinzione perimetrale della nostra abitazione. Le operazioni principali di questo mese riguardano l'eliminazione di eventuali rami deboli o secchi, l'irrigazione periodica, l'eliminazione delle erbe infestanti alla base delle piante e la concimazione con formulati ricchi in azoto per favorire la formazione dei germogli. Sul terreno si dovrebbe fare una pacciamatura con della torba che avrà la funzione di limitare lo sviluppo delle malerbe, mantenere più umido il terreno e aumentare nel lungo periodo la fertilità del terreno.

Il tappeto erboso
. Sia quello seminato nei mesi scorsi, sia quello che ci fa compagnia da anni, richiama adesso la nostra attenzione: con l'arrivo del caldo e delle giornate più lunghe le piccole piantine che lo compongono hanno ripreso la loro attività vegetativa; dovremo quindi ricominciare con lo sfalcio periodico e le annaffiature. Ricordiamoci che è sempre bene annaffiare il tappeto erboso in maniera abbondante ogni 2-3 giorni, in modo da intridere di acqua il terreno in profondità: ci assicureremo un prato con radici profonde, più vigoroso e resistente alla siccità. Annaffiature quotidiane, con piccole quantità d'acqua, causano invece un tappeto erboso con radici poco profonde, che più risentiranno del calore estivo e delle scarse piogge estive.

Piante d’appartamento
. Le piante da appartamento dovrebbero essere già tutte sul terrazzo, comprese le succulente ed i bonsai: una maggiore luminosità ed un migliore ricambio d'aria sono spesso un toccasana, anche per le piante sofferenti. In queste condizioni è probabile che le nostre amate piante abbiano bisogno di più annaffiature, accompagnate periodicamente, ogni 15-20 giorni circa, dal giusto fertilizzante.
Per bromeliaceae ed orchidee sarà bene scegliere posizioni ombreggiate in modo che non vengano mai esposte al sole diretto. Qualora l’esposizione del nostro giardino non lo consenta potrebbe essere utile ricavare una piccola zona da coprire con rete ombreggiante.
Per cactacee e succulente scegliere, invece, posizioni in pieno sole se nella permanenza in casa erano in posizioni luminose altrimenti occorre abituarle pian piano al sole diretto per evitare scottature.

Le semine(luna crescente)
Ultimare ovunque le semine direttamente a dimora di: Alyssum, Acanthus mollis, Althea rosea, Aster, campanula, Coreopsis,cosmea, digitale, garofano, astro, bella di giorno, calendula, campanella, clarkia, crisantemo carenato, gypsophila, petunia, phlox, zinnia, zucchetta.
Iniziare le semine nei semenzai all’aperto delle specie erbacee a ciclo biennale come viole, violacciocche e garofani.

Trapianti (luna crescente)
Mettere a dimora: gerani, trapiantare le erbacee annuali perenni a fioritura autunnale, subito dopo la fioritura diradare e trapiantare le piante rizomatose.

Cimature e Potature (luna calante)
Cimare i crisantemi e i rampicanti, potare alberi e arbusti sfioriti.
Gli arbusti cespugliosi (Spirea, Cydonia, Magnolia Stellata ecc.) che hanno terminato il periodo di fioritura si devono potare di un terzo della lunghezza del germoglio per preparare la pianta alla fioritura del prossimo anno.

Propagazione
. E’ il periodo ideale per propagare per talea la salvia ed il rosmarino.
Inoltre, in questo periodo e per tutto luglio, si possono realizzare le talee per riprodurre la Forsizia, i Caprifogli e le Clematidi.

Pacciamatura
. E’ opportuno coprire la superficie del terreno delle aiuole con uno strato di corteccia di aghifoglie o di pino: la copertura rallenta l’evaporazione dell’umidità durante l’estate e limita la crescita delle piante infestanti.

Malattie e parassiti
. Eseguire i trattamenti insetticidi e fungicidi per controllare le malattie tipiche primaverili come gli attacchi di afidi, cocciniglie e ticchiolatura. Per le conifere bisogna fare particolare attenzione alla "processionaria" che se si diffonde può portare ad una rapida morte della pianta. Per le altre piante si deve controllare anche la diffusione di "insetti rodilegno" che possono arrecare gravi danni scavando gallerie nei rami e nel tronco.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 14 Febbraio 2014 12:27)

 
Banner