AddThis Social Bookmark Button
Visitatori ...
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi729
mod_vvisit_counterIeri3307
mod_vvisit_counterQuesti 7 gg.4036
mod_vvisit_counterScorsi 7 gg.25871
mod_vvisit_counterQuesto mese72166
mod_vvisit_counterScorso mese133009
mod_vvisit_counterDal 01/04/20103226095

Online : 7
Il tuo IP: 54.147.142.16
,
20-11-2018
TNG News ...
Giornate Promo
Prossima Giornata Promozionale "Monge" 26 Ottobre 2018
Che tempo fa?
Click per aprire http://www.ilmeteo.it
Traduci
English Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch Finnish French German Greek Hindi Japanese Korean Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Spanish Swedish Catalan Hebrew Slovak Ukrainian Albanian Turkish
Home Angolo dei Consigli Cose da fare Orto e giardino

PostHeaderIcon Cose da fare

In questa sezione trovere pratici consigli sulle varie operazioni da fare, mese per mese, per il vostro orto, giardino eccetera.

PostHeaderIcon Maggio

.

LAVORI DI MAGGIO in giardino
(zone temperate)

Andiamo a cogliere fiori
sui prati, lungo i rivi;
e di tanti colori
sceglieremo i più vivi
per far mazzi e ghirlande:
freschissimo tesoro,
ora che maggio spande
il suo sorriso d'oro

Le giornate si "allungano" offrendo molte ore per fare tutto ciò e da passare a coltivare le piante nell'orto e nel giardino. Le temperature aumentano progressivamente rendendo sempre più vitali e attive le piante che iniziano a offrirci in quantità abbondante prelibati frutti e pregiati fiori.

IRRIGAZIONE
Innaffiare i prati e le piante con regolarità avendo cura di farlo il mattino e/o la sera.
Per le rose, in questo periodo si devono eseguire delle concimazioni con fertilizzanti granulari specifici, effettuare trattamenti contro il mal bianco, gli afidi, gli insetti defogliatori.

POTATURA
(luna calante)
Maggio è anche il mese per la potatura degli arbusti per creare forme di arte topiaria, una tecnica antica che sagoma le piante creando figure decorative. Le siepi che più si adattano a tale arte sono quelle di ligustro, perché tollerano molto bene il taglio e le legature. Utilizzate sempre delle forbici da potatura.
Si possono cimare i crisantemi e i rampicanti, tra cui le rose non rifiorenti, e gli arbusti a fioritura precoce e concludere la potatura degli agrumi ed effettuare il primo taglio alle siepi di Lauroceraso, Ligustro e Biancospino.
Le sempreverdi stanno formando la nuova vegetazione a ritmo sostenuto, si deve fare la potatura di mantenimento eliminando i rami secchi e più deboli.
Alla base dei rosai si possono formare polloni selvatici che vanno eliminati tempestivamente.

PROPAGAIONE
PER SEMINA
(luna crescente)
Maggio è il mese adatto per le semina delle dalie che fioriranno dalla metà di luglio fino alle prime gelate.
In questo mese è possibile anche la semina di essenze a fioritura tardiva o piante biennali come la violaciocca, il garofano e la lunaria che fioriranno il prossimo anno.
La Lunaria può trovare posto in giardino nell’angolo dedicato ai fiori da recidere, ma la sua coltivazione non sarà solo dovuta al fatto di avere degli splendidi fiori color porpora, ma anche bellissimi diaframmi ovali madreperlacei, da utilizzare nelle composizioni di fiori secchi,
Questa pianta è detta anche “moneta del papa”, “moneta di Giuda” o “pianta della luna”.
Nelle aiuole è giunta l'ora di seminare a dimora le piante annuali che non tollerano il trapianto.
Seminare in piena terra: Acanthus mollis, Alyssum, Althea rosea, Aster, calendula, campanula, Coreopsis, crisantemo, Digitalis, Iberis sempervirens, Lupinus polyphyllus, Myosotis, papavero, primule, fiordaliso, girasole ornamentale, violaciocche, garofano dei poeti, Gypsophila, mais ornamentale, nontiscordardimé, Schizanthus ed anche di seminare le annuali a rapido sviluppo, come le zinnie.

PER TALEA
Il mese di maggio è il periodo ideale per effettuare la propagazione per talea delle piante di appartamento, quali per esempio la talea di Dieffembachia e la talea di Ficus Elastica.

PER DIVISIONE
Dividere le primule non appena sono sfiorite


MESSA A DIMORA
(luna crescente)
Prima di porre a dimora le piante che ci faranno compagnia nei prossimi mesi lavoriamo bene il terreno, aggiungendo del terriccio soffice e ricco, della sabbia e del concime organico, quindi procediamo, interrando le piante fino al livello a cui era la terra quando la pianta erano in vaso. possiamo interrare le piante per creare le bordure, quali i tagete, l’alisso, la bocca di leone, il nasturzio e le dalie.
Interriamo anche gli arbusti sempreverdi ed in particolar modo quelli appartenenti alla famiglia delle berberidacee : la Mahonia. Questo arbusto viene usato per creare siepi divisorie in quanto ricco di fogliame e di fioriture: infatti è opportuno alternare arbusti di Mahonia Aquifolium (in fiore da gennaio a marzo) con arbusti di Mahonia x media “Charity” (in fiore da novembre a marzo). Ricordarsi di piantare le varie piantine una distante dall’altra di circa 50 cm.
Sempre nel nostro giardino possiamo mettere a dimora anche le piante acquatiche: fior di loto e ninfee.
Non ci possiamo dimenticare del “Falso Gelsomino” (trachelospermum jasminoides) : pianta rampicante molto vigorosa. Questa pianta può essere interrata sia in vasi sia in piena terra ed i suoi rami richiedono un traliccio o un reticolato per potersi arrampicare.
Si possono anche mettere a dimora le erbacee perenni da talea o di nuovo acquisto, e le talee legnose di arbusti preparate nell'autunno precedente.

BULBOSE
Molte bulbose, in questo mese, hanno già terminato il loro ciclo vegetativo e le loro foglie ormai sono ingiallite : provvedere quindi a prelevare i bulbi dal terreno.
È soltanto alla fine di aprile inizio di maggio che si possono mettere a dimora i tuberi di canna indica, di dalia, di gladiolo, di tuberosa. Anche in questa epoca si devono mettere in vaso i tuberi di begonia, ma in serra fredda, dove si semineranno pure le annuali da trapianto.


ACIDOFILE
(azalee, rododendri, ortensie e camelie) Sono a varie fasi di sviluppo. Le Camelie ormai sono alla conclusione del massimo periodo di fioritura, pertanto è consigliabile fare una leggera potatura di alleggerimento della chioma a fine maggio. Anche le azalee e i rododendri vanno potati leggermente per favorirne lo sviluppo dopo i rigori invernali, mentre, verso la metà di maggio, si possono portare all'aperto le gardenie, avendo l'accortezza di riporle in zone riparate dal sole diretto. Alle ortensie si somministrano gli intensificatori del colore dei fiori. Sono consigliabili concimazioni con formulati specifici a reazione fisiologicamente acida.
Ricordarsi di togliere i fiori appassiti delle azalee e dei rododendri (specialmente per i rododendri) in modo che la pianta si rinforzi per la fioritura successiva. (afferrate i fiori tra pollice e indice stando bene attenti a non danneggiare i nuovi germogli)

PIANTE IN VASO
Possiamo cominciare a spostare all’esterno le piante grasse mantenute in casa durante l’inverno: durante la notte mettetele ancora al chiuso sino a quando la temperatura non ha raggiunto i 12 °C.
Ma non solo le piante grasse anche le altre piante da appartamento e, poiché queste piante non amano il sole diretto, che può provocare ustioni alle foglie vanno posizionate sotto piante o cespugli che offrono un'adeguata ombra e allo stesso tempo creare un ambiente umido, grazie l che sale dal terreno e che rimane a disposizione delle nostre piante verdi trattenuta dai rami basali dei cespugli. Per aumentare la frazione di umidità si può posizionare nel sottovaso un po' di argilla espansa. Nelle giornate molto calde è consigliabile (Ficus, Potos, Tronchetto ecc.). Attenzione all'esposizione solare effettuare delle nebulizzazioni sulle foglie. Per le piante che si mantengono nell'ambiente domestico valgono le regole di base legate a temperatura, luce, annaffiatura e concimazione. In questo periodo si possono fare anche dei rinvasi (di regola vanno effettuati ogni 2 anni) delle piante che si sono sviluppate eccessivamente. E' consigliabile continuare con le periodiche operazioni di pulizia delle foglie, con prodotti lucidanti, per togliere la polvere che si forma e per migliorare le funzioni di crescita e l'aspetto estetico della pianta. Si devono iniziare i trattamenti insetticidi per contenere le infestazioni di afidi e cocciniglie.
Procedere per tutto il mese al rinvaso dei gerani e alla loro concimazione.

TAPPETI ERBOSI
In questo periodo i lavori sono concentrati sui tagli e la difesa. I tagli vanno eseguiti settimanalmente (minimo asporto frequente) per non asportare eccessivo materiale verde con un singolo taglio che potrebbe causare nel tempo aree danneggiate. Sono consigliati trattamenti di diserbo selettivo contro dicotiledoni, applicazioni di insetticidi contro le larve terricole e di fungicidi contro il Pythium. In questa fase di attiva crescita del tappeto erboso è importante apportare dei concimi ad alto titolo in azoto per favorire la formazione di nuovi germogli e nuovi ricacci di erba. Per intensificare la colorazione verde del manto erboso si fanno trattamenti con chelati di ferro. Eseguire interventi per il contenimento del muschio.

PARASSITI E
MALATTIE
Controllare i parassiti che attaccano le piante sia insetti che funghi.
E' il periodo più indicato per il controllo dei coleotteri che provocano rosure sulle foglie di diversi arbusti.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 14 Febbraio 2014 12:27)

 
Altri articoli...
Banner